domenica, 14 Aprile, 2024
HomeComunicatiMartinangelo: una migliore colazione con la direttiva europea

Martinangelo: una migliore colazione con la direttiva europea

“L’approvazione della direttiva colazione, che trovo abbia anche un nome simpatico, da parte del Parlamento europeo è una buona notizia per i consumatori ed i produttori italiani ed Europei in generale. Etichette più trasparenti renderanno più chiaro da dove viene cosa compriamo, cosa commercializziamo e produciamo. Un fatto positivo per le filiere agroalimentari italiane che vedranno riconosciuta l’origine nei prodotti in questione, alcuni dei quali particolarmente preziosi anche per l’equilibrio dell’ecosistema come il miele.”
Così Corrado Martinangelo presidente di #Agrocepi commenta l’approvazione del parlamento europeo della direttiva colazione. Gli eurodeputati propongono, siamo alla prima lettura, che il Paese in cui il miele è stato raccolto sia menzionato sull’etichetta del prodotto, cosi come per i succhi di frutta, le confetture, le gelatine, le marmellate e le puree di castagne zuccherate. Il Paese di origine della frutta utilizzata inoltre deve essere indicato anche sull’etichetta frontale.
Se il miele o la frutta utilizzati provengono da più Paesi, allora saranno tutti i Paesi di origine ad essere indicati sull’etichetta in ordine decrescente in base alla proporzione che rappresentano nel prodotto finale. Il testo chiede inoltre di istituire un sistema di tracciabilità lungo la catena di approvvigionamento del miele che consenta di rintracciare l’origine del prodotto. Verrà introdotta anche l’etichetta ‘contiene solo zuccheri naturali’ per i succhi di frutta per evitare che con le nuove tecniche che eliminano gli zuccheri presenti in natura nei succhi di frutta favorisca l’uso di edulcoranti.

RELATED ARTICLES

Articoli popolari