giovedì, 25 Luglio, 2024
HomeEventiAL SANA "IL CAPITALE NATURALE: UNITI PER VALORIZZARLO"

AL SANA “IL CAPITALE NATURALE: UNITI PER VALORIZZARLO”

Bologna. Oggi, 8 settembre 2023, nell’ambito del Sana, di fronte a un pubblico interessato, Agrocepi, Fondazione Biohabitat ed Ecosistema hanno firmato un accordo per valorizzare il capitale naturale e i servizi ecosistemici. Ricordiamo che il capitale naturale è l’insieme delle risorse naturali a livello globale come il suolo, l’aria e l’acqua che la popolazione sta sempre più consumando alterando così gli equilibri climatici che provocano disastri quali quelli recentemente avvenuti nel Bolognese e in Romagna con alluvioni, frane, poi siccità e tanto altro. L’obiettivo principale dell’accordo è proprio quello di sensibilizzare ed educare le imprese, i cittadini e le istituzioni per cercare di frenare, e se possibile fermare, questa pericolosa deriva.
Il presidente di Fondazione Habitat Gianluca Cristoni ha affermato che “la parte della formazione e della cultura alla preservazione del capitale naturale è determinante per l’oggi e per il futuro immediato. Abbiamo un solo mondo, non ne esiste una versione 2. Ci siamo messi insieme con un intento ambizioso, quello di preservare il capitale umano e di declinarlo nelle sue diverse accezioni”.
Da parte sua, il presidente della cooperativa di progettazione e servizi Ecosistema Andrea Serra ha ricordato che “nel 2023 il giorno in cui l’umanità ha consumato interamente le risorse prodotte dal pianeta nel corso dell’anno è stato il 2 agosto. Durante i restanti giorni, si consumano le risorse prodotte in anni precedenti e non ancora consumate. Ciò è molto preoccupante. L’Italia le finisce a maggio. Di conseguenza, i nostri tre soggetti si sono trovati favorevoli a un accordo che promuove azioni di coordinamento per sensibilizzare, educare e formare con lo scopo di aiutare soprattutto i soggetti economici, ovvero coloro che operano nel settore agroalimentare”.
Per il presidente della Federazione nazionale agroalimentare Agrocepi, Corrado Martinangelo “è importante capire che le nostre imprese vogliono adottare la sostenibilità ambientale anche per essere più competitive sui mercati, per vendere meglio. Il capitale naturale va utilizzato come un valore per far meglio in Europa e nel mondo. Deve esserci una maggiore consapevolezza di imprese, cittadini e pubbliche amministrazioni su tali argomenti e l’accordo che siamo andati a firmare oggi servirà proprio a questo. Del resto, come non tentare di farlo applicare ora se non dopo i tanti disastri provocati dai cambiamenti climatici?”.
In chiusura dell’evento, dopo la firma dell’accordo, sono state consegnate quattro maglie azzurre de “La Nazionale dell’Agroalimentare” ai presidenti Cristoni, Martinangelo, Serra e all’imprenditore agricolo imolese Guido Garelli.

RELATED ARTICLES

Articoli popolari