giovedì, 25 Luglio, 2024
HomeNewsAGROCEPI PRESENTE NELLE ZONE COLPITE DALL’ALLUVIONE

AGROCEPI PRESENTE NELLE ZONE COLPITE DALL’ALLUVIONE

«È mio dovere essere qui. Una visita doverosa».

Così Corrado Martinangelo, presidente nazionale di Agrocepi, commenta la visita a Fontanelice e a Castel Bolognese di oggi.

 

Martinangelo, Vincenzo di Sarno, componente della giunta nazionale, e Rosanna Beatrice, vicepresidente del dipartimento a tutela dei consumatori e responsabile dei servizi, hanno incontrato il primo cittadino di Fontanelice Gabriele Meluzzi e alcuni imprenditori di Fontanelice e di Castel Bolognese per rendersi conto personalmente dei danni che il maltempo ha provocato, e confrontarsi direttamente con gli imprenditori del territorio sulle necessità e sulle priorità per la ripartenza.

«Non si vada ad allentare l’attenzione – è il monito di Martinangelo –. Il sole, la spiaggia e l’ombrellone portano ad allentare l’attenzione sulla rappresentatività di un dramma che è nazionale. Lo stato di emergenza dichiarato deve avere sempre di più un carattere nazionale, se vogliamo muovere anche le leve di alcune risorse europee che l’Emilia-Romagna ha ben sfruttato durante l’altra fase drammatica del terremoto. Ci sono queste risorse».

Le frane in collina e gli allagamenti in pianura significano aziende tuttora completamente isolate, perdita completa della produzione annuale, impossibilità di lavorare e spese da anticipare per rendere nuovamente percorribili strade padronali e vicinali.

Quindi « I due punti che vedo prioritari sono il tempo e le risorse – aggiunge Martinangelo –. C’è già un ritardo sul commissario. Ma il commissario, senza risorse, non lo farebbe nessuno. Credo neanche il presidente della Regione, di cui ho massimo rispetto e stima». Il Presidente Corrado Martinangelo incalza affermando che sarebbe auspicabile definire un grande Piano per l’emergenza e la ripresa con una regia istituzionale unica e concentrare le risorse su obiettivi e scelte prioritarie per i territori e le imprese e non distribuendo soldi a pioggia.

«Sicurezza dei territori e sicurezza alimentare devono essere valori integrativi per il futuro – conclude Martinangelo – La permanenza in Emilia Romagna, con la partecipazione degli altri nostri Dirigenti , Napoli, Tagliazucchi e Segalla, è stata anche l’ occasione per visitare realtà produttive del sistema ortofrutta/ ortaggi e sviluppare con Agrocepi Emilia Romagna nuove iniziative a sostegno delle imprese. ».

RELATED ARTICLES

Articoli popolari