Agrocepi al Tavolo Agroalimentare del Ministero degli Esteri

308

Nella mattinata del 15 Novembre 2021, in modalità online, Agrocepi ha partecipato al tavolo Agroalimentare del Ministero degli Esteri presieduto dal Sottosegretario Di Stefano.
Su delega del Presidente Martinangelo, impegnato in altri incontri, hanno partecipato i Dirigenti Francesco Sodano, quale relatore, Salvatore Intiglietta e Giuseppa Adamo.
Questi i punti sottolineati da Agrocepi nelle nuove politiche per l’export:
– Una premialità per la progettazione pluriennale più che per i soli dati finanziari. Questo allo scopo di favorire una maggiore aderenza delle future misure alle PMI ed al momento storico fin qui vissuto. In quest’ottica, soprattutto in una fase di uscita da un periodo di crisi, sarebbe opportuno tenere conto che i dati economici non rappresentano ancora l’effettiva affidabilità delle imprese che in questi mesi hanno dovuto rallentare o bloccare la produzione e quindi registrano valori di ricavi non sufficienti all’eleggibilità, tutto questo in un momento in cui stanno già programmando strategie future per inseguire una ripresa in prospettiva.
Rimodulazione dei punteggi aggiuntivi assegnati per progetti e/o missioni favorendo anche mercati interni o prossimi all’Europa e non solo mercati remoti , la cui penetrazione, superata la fase di start up, nel tempo richiede non solo maggiori investimenti, ma anche maggiori rischi oltre a possibili limitazioni di spostamenti in momenti di possibile crisi, così come avvenuto nel caso dell’attuale pandemia.
– Una premialità per tutti i soggetti imprenditoriali che scelgono di aderire in forma aggregata o come rete di impresa o come filiera.
Agevolazioni fiscali per investimenti in beni materiali, per ricerca e sviluppo su prodotto e su packaging, per iniziative di marketing, per apertura di sede commerciale estera provvisoria o perenne, per assunzione di export manager e per iniziative di formazione del personale interno a supporto.
Iniziative marketing per promuovere la conoscenza delle nostre produzioni, della loro storia e del legame con i territori di origine
Politiche di tutela del Made in Italy
– Consolidare il ruolo degli Uffici ICE all’estero per supportare i processi di internazionalizzazione delle imprese.

 

SHARE