MARTINANGELO: SERVE CREDITO AGGREGATIVO E PROROGA CAMBIALE AGRARIA

289

Agrocepi e Ismea strumenti finanziari per le Imprese agricole e agroalimentari

“ISMEA ed in particolare il suo presidente Frascarelli e il dirigente Failli, hanno accettato oggi di confrontarsi con noi, con le nostre imprese e con una serie di operatori finanziari e istituti di credito online per una videoconferenza di circa una paio d’ore. Mettendo in luce gli strumenti messi in campo nell’ultimo periodo, come la cambiale agricola, che ha avuto un buon successo e che noi come Agrocepi apprezziamo particolarmente e proponiamo di estendere anche oltre l’emergenza covid. Abbiamo apprezzato anche la capacità di guardare oltre del Presidente Frascarelli e la sua disponibilità ad affrontare nodi per noi centrali come quello del fondo di garanzia che, così come strutturato oggi, corre il rischio di rendere meno competitivo il credito per chi si aggrega. Dobbiamo correggere il tema della garanzia per i contratti di filiera. Per questo ho chiesto anche l’aiuto e la collaborazione dell’onorevole Giuseppe l’Abbate che tanto ha a cuore il tema del credito agricolo. Ritengo che la finanza pubblica sia uno strumento fondamentale ma che ci sia bisogno anche di risposte veloci, il tempo non può essere una variabile indipendente. Inoltre è per noi fondamentale investire nelle assicurazioni che consentano alle imprese di gestire il rischio in modo meno aleatorio e legato alle avversità atmosferiche e alle fluttuazioni dei prezzi. Il fondo mutualistico va migliorato e rafforzato. Chiedo di istituire un paio di tavoli sul credito aggregativo e sul fondo di garanzia e sul tema, così attuale oggi, della gestione del rischio”
Così Corrado Martinangelo fa il bilancio di un evento online che ha visto la partecipazione, oltre che di Ismea e del suo presidente, il professor Angelo Frascarelli, anche dell’On. Giuseppe l’Abbate della commissione agricoltura della Camera dei Deputati e di numerosi operatori agroalimentari e finanziari. Il presidente della Confederazione Europea delle Piccole imprese, Rolando Marciano, ha portato i saluti di CEPI, di cui Agrocepi è la federazione agroalimentare, ha sottolineato come il credito sia fondamentale anche in questa fase di crescita per le imprese tutte e in particolare quelle piccole e micro che sono il fulcro del Paese, anche in questa fase particolare, auspicando che si riesca a finanziare progetti concreti, reali e sostenibili per le imprese e per l’Italia. Il dottor Fabrizio Failli di Ismea, invece, ha illustrato in particolar modo nella sua relazione tecnica, l’ultimo bando Ismea “Equity” che serve alla capitalizzazione delle imprese per renderle più forti e competitive.
“Con Agrocepi e Martinangelo abbiamo subito stretto un rapporto concreto e fattivo – ha detto il Presidente di Ismea Frascarelli – anche su questioni specifiche. L’accesso al credito è fondamentale ma bisogna fare in modo che i progetti siano sostenibili e che generino reddito. Per noi sono fondamentali transizione ecologica e digitale. Serve sostenibilità ambientale e finanziaria. Tra 10 anni il gasolio non ci sarà più e tra 15 non ci sarà più la benzina. Sono richieste dei consumatori e dei cittadini. Nel PNRR usciranno bandi su agrisolare e agrovoltaico, biogas e biometano e risorse idriche. Abbiamo tempi stretti lavoriamoci insieme. Stanno per uscire a brevissimo anche bandi su logistica e contratti di filiera che so essere per voi molto importanti.” Queste le parole del Presidente Frascarelli.

SHARE