Dpcm 26 Aprile: Si poteva fare di più

310

Il Presidente Nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, in relazione al nuovo decreto per l’ avvio della cosidetta fase 2 dal 4 Maggio, dichiara la propria insoddisfazione per quanto definito. Non ci aspettava un liberi tutti – incalza il Presidente Martinangelo – ma un pò più di coraggio per accorciare i tempi di apertura dei negozi, dell’ horeca e della ristorazione, con le dovute precauzioni e misure. Il 18 maggio e il primo giugno rischiano di essere un tempo troppo lungo per tali attività,  con seri contraccolpi per le filiere agroalimentari, al di là delle novità per il Cibo d’ asporto. Se restasse tale quadro -conclude il Presidente Martinangelo – ci si aspettano allora, nel prossimo Decreto cura italia 2, interventi massicci e strutturali per i vari settori produttivi e le famiglie.

Insieme per il #coronabuonsenso

SHARE