Crisi ortofrutta – le proposte Agrocepi. Ne parlano le agenzie di stampa

300

Testata: Tgcom.mediaset.it Data: 5 luglio 2019


Testata: La Stampa Data: 7 luglio 2019
Pag. 19


Testata: Alimentando.info Data: 10 luglio 2019

Roma – È crisi per i prezzi di nettarine, pesche e albicocche. Oggi ai minimi storici, con un calo di fino a 15-20 centesimi al chilogrammo, -30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, secondo i dati Ismea. Venerdì scorso, Corrado Martinangelo, presidente di Agrocepi, ha quindi inviato una lettera al Mipaaft. Richiesto un intervento del ministero per tamponare l’attuale situazione di eccedenza del prodotto e di quotazioni inadeguate. La federazione nazionale agroalimentare domanda l’istituzione di un tavolo di crisi, invitando le regioni interessate, le organizzazioni di settore e Ismea. Martinangelo chiede un intervento su tre versanti, come si legge in una nota: “1) Coinvolgere l’ Unione Europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; 2) alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole , con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; 3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori , soprattutto se quest’ultime siano molto più rappresentative dell’esistente”.


Testata: Efanews.eu Data: 9 luglio 2019

Crisi ortofrutta, Agrocepi invoca un tavolo nazionale
La richiesta a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale

Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. Bisognerà agire subito su tre versanti: coinvolgere l’Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole, con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che a incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori, soprattutto se quest’ ultime siano molto più rappresentative dell’ esistente. In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e devono fare di più. Martinangelo dichiara altresì che la crisi non è un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri.


Testata: La Presse Data: 5 luglio 2019

Agrocepi: Grave crisi del comparto ortofrutticolo italiano
Milano, 5 lug. (LaPresse) – Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. “Bisognerà agire subito – dichiara in una nota – su tre versanti: 1) Coinvolgere l’ Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; 2) alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole , con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; 3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’ omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori , soprattutto se quest’ ultime siano molto più rappresentative dell’ esistente”. (Segue)
ECO AG01 lal 052049 LUG 19


 

Agrocepi: Grave crisi del comparto ortofrutticolo italiano-2-
Milano, 5 lug. (LaPresse) – “In tale direzione – prosegue il comunicato – per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di piu come tra l’ altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti”. Martinangelo dichiara inoltre che “la crisi non é un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri. Unica cosa da evitare se vogliamo tutti fare l’ interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot. Agrocepi nazionale é pronta a fare la propria parte insieme a tutti”.
ECO AG01 lal 052049 LUG 19


Testata: Italpress Data: 5 luglio 2019

CALABRIA: CRISI ORTOFRUTTA, AGROCEPI CHIEDE TAVOLO A MINISTERO ROMA
(ITALPRESS) – Il Presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. “Bisognera’ agire subito su tre versanti – si legge nella nota – 1) Coinvolgere l’ Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; 2) alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole , con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; 3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’ omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di piu’ le aggregazioni tra produttori , soprattutto se quest’ ultime siano molto piu’ rappresentative dell’ esistente. In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di piu’ come tra l’altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando pero’ dalle parole ai fatti”. (ITALPRESS).
pc/com 05-Lug-19 20:29


Testata: MF – Dow Jones Data: 5 luglio 2019

Italia: ortofrutticolo in crisi, Agrocepi invita Ministero ad attivare tavolo
MILANO (MF-DJ)–Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. Per Martinangelo bisognera’ agire subito su tre versanti: coinvolgere l’Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole, con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di piu’ le aggregazioni tra produttori, soprattutto se quest’ultime siano molto piu’ rappresentative dell’esistente. Per il presidente le Regioni possono e devono fare di piu come tra l’altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando pero’ dalle parole ai fatti. Martinangelo dichiara inoltre che la crisi non e’ un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal Governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri. alb (fine) MF-DJ NEWS
05/07/2019 19:19


Testata: Adnkronos Data: 5 luglio 2019

AGRICOLTURA: AGROCEPI, GRAVE CRISI ORTOFRUTTA, SERVE TAVOLO =
forte calo prezzi albicocche, nettarine e pesche
Roma, 5 lug. (AdnKronos) – Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il ministero delle Politiche agricole ad attivare
immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea.
Bisognerà agire subito su tre versanti: coinvolgere l’Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole, con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad
incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori, soprattutto se quest’ ultime siano molto più rappresentative dell’esistente.
In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di più come tra l’altro dichiarato opportunamente dai
rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti. (segue)
(Sec-Arm/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222
05-LUG-19 14:05


AGRICOLTURA: AGROCEPI, GRAVE CRISI ORTOFRUTTA, SERVE TAVOLO (2) =
(AdnKronos) – Il presidente Martinangelo dichiara altresì che la crisi non è un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano
il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri. Unica cosa da evitare se vogliamo tutti fare l’interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot. Agrocepi nazionale
è pronta a fare la propria parte insieme a tutti. (Sec-Arm/AdnKronos)
ISSN 2465 – 1222
05-LUG-19 14:05


Testata: 9Colonne Data: 5 luglio 2019

ORTOFRUTTA, AGROCEPI: SUBITO TAVOLO CRISI NAZIONALE
(9Colonne) Roma, 5 lug – Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il ministero delle Politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. Secondo Agrocepi “bisognerà agire subito su tre versanti: 1) coinvolgere l’Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto; 2) alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole, con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo; 3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’ omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori, soprattutto se quest’ultime siano molto più rappresentative dell’ esistente. In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di più come tra l’altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti. Il Presidente Martinangelo dichiara altresì che la crisi non é un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri. Unica cosa da evitare se vogliamo tutti fare l’ interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot”. (red)
051155 LUG 19


Testata: Ilcirotano.it Data: 10 luglio 2019

Grave crisi del comparto ortofrutticolo italiano, che colpisce in modo drammatico i produttori del sud Agrocepi invita Ministero ad attivare tavolo

Il Presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. Bisognerà agire subito su tre versanti:
1) Coinvolgere l’ Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto;
2) alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole , con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo;
3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’ omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori , soprattutto se quest’ ultime siano molto più rappresentative dell’ esistente.
In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di piu come tra l’ altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti.
Il Presidente Martinangelo dichiara altresì che la crisi non é un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri.
Unica cosa da evitare se vogliamo tutti fare l’ interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot.
Agrocepi nazionale é pronta a fare la propria parte insieme a tutti.


Testata: Newsageagro.it Data: 10 luglio 2019

Calo del prezzo della frutta, Agrocepi: «Il ministero apra un tavolo di crisi»

ROMA – Il presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a causa della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il ministero delle Politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore e Ismea. Tre i versanti su cui agire:

1) Coinvolgere l’ Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto;

2) alla pari della Finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole, con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo;

3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’Omnibus per la stabilizzazione dei prezzi, oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori, soprattutto se quest’ultime siano molto più rappresentative dell’esistente.

In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di più come tra l’altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti. Martinangelo dichiara altresì che la crisi non é un fatto solo di territori regionali, ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri.

«Unica cosa da evitare – conclude la nota di Agrocepi – se vogliamo tutti fare l’interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot. Agrocepi nazionale é pronta a fare la propria parte insieme a tutti».


Testata: Calabria7.it Data: 5 luglio 2019

Agrocepi Calabria: “Ministero deve attivare tavolo su crisi prezzi frutta”


Testata: Ecodellojonio.it Data: 5 luglio 2019

Albicocche, pesche e nettarine, è crisi storica. Si attivi un tavolo nazionale


Testata: Ildispaccio.it Data: 5 luglio 2019

http://ildispaccio.it/calabria/217294-agrocepi-crisi-comparto-ortofrutticolo-colpisce-in-modo-drammatico- produttori-del-sud


Testata: Quotidianoitalia.it Data: 5 luglio 2019

Crisi del comparto ortofrutticolo, colpiti in modo drammatico i produttori del sud


Testata: Strettoweb.com Data: 5 luglio 2019

http://www.strettoweb.com/2019/07/grave-crisi-del-comparto-ortofrutticolo-attivare-immediatamente-un- tavolo-di-crisi-nazionale/865270/


Testata: Veritasnews24.it Data: 5 luglio 2019
http://www.veritasnews24.it/index.php/component/content/article/88-calabria/9318-calabria-grave-crisi-del- comparto-ortofrutticolo-italiano-che-colpisce-in-modo-drammatico-i-produttori-del-sud.html?Itemid=437

————————————————————————————————-
Testata: Calabrianews24.it
AGROCEPI: GRAVE CRISI DEL COMPARTO ORTOFRUTTICOLO
Il Presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. Bisognerà agire subito su tre versanti:1) Coinvolgere l’ Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto;2) alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole , con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo;3) snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’ omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori , soprattutto se quest’ ultime siano molto più rappresentative dell’ esistente.In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di piu come tra l’ altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti.Il Presidente Martinangelo dichiara altresì che la crisi non é un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri.Unica cosa da evitare se vogliamo tutti fare l’ interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot.Agrocepi nazionale é pronta a fare la propria parte insieme a tutti.


Testata: Campaniaslow.it Data: 5 luglio 2019


Testata: Freshplaza.it Data: 8 luglio 2019


Testata: Italiafruit.net Data: 8 luglio 2019


Testata: Salernonews24.com Data: 8 luglio 2019

Grave crisi del comparto ortofrutticolo italiano: colpito il Sud
Luglio 8, 2019 0 Comments Dall’Italia , Economia &lavoro 45 Views
Grave crisi del comparto ortofrutticolo italiano: colpito il Sud
Il Presidente nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, a seguito della crisi per un forte calo dei prezzi per albicocche, nettarine e pesche, segnalato anche da Agrocepi Calabria, invita il Ministero delle politiche agricole ad attivare immediatamente un tavolo di crisi nazionale, invitando le Regioni interessate, le organizzazioni di settore ed Ismea. Bisognerà agire subito su tre versanti: Coinvolgere l’ Unione europea per definire misure urgenti per sostenere il comparto;alla pari della finanziaria 2018 e del recente decreto emergenze agricole , con apposita normativa da approvarsi in tempi rapidi, allargare al settore ortofrutta richiamato le misure stabilite per il comparto agrumicolo;snellire e semplificare le misure dei fondi mutualistici previste dall’ omnibus per la stabilizzazione dei prezzi oltre che ad incentivare sempre di più le aggregazioni tra produttori , soprattutto se quest’ ultime siano molto più rappresentative dell’ esistente.

In tale direzione per le loro competenze le Regioni possono e debbano fare di piu come tra l’ altro dichiarato opportunamente dai rappresentanti istituzionali della Calabria, passando però dalle parole ai fatti.

Il Presidente Martinangelo dichiara “la crisi non è un fatto solo di territori regionali ma deve essere assunta dal governo nazionale, che con luci e ombre su tanti temi che riguardano il settore agricolo si sta muovendo con interventi seri.Unica cosa da evitare se vogliamo tutti fare l’ interesse delle imprese agricole sono passerelle politiche o interventi partitici a spot. Agrocepi nazionale é pronta a fare la propria parte insieme a tutti.”

SHARE