#Agrocepi dice No all’olio tunisino

812

Tra il 2016 e il 2017 la Tunisia aveva ottenuto la licenza di esportazione supplementare a dazio zero accordate con l’Unione Europea. Il governo tunisino chiede il rinnovo della concessione temporanea di contingenti d’esportazione di olio d’oliva a dazio zero verso l’Ue, oltre alle quantità tradizionalmente importate, mettendo a rischio il futuro degli olivicoltori italiani, in particolare, colpiti da drastici cali delle rese di produzione e dalla continua espansione del batterio della Xylella fastidiosa. “Il nostro prezioso olio, rischia di non potersi più pregiare della denominazione di olio extra vergine di oliva. Proprio adesso che il settore sembrava in crescita soprattutto nelle regioni del Sud , da traino alla stagnante economia nazionale, arriva il colpo per la produzione italiana di olio che sarà pesantemente danneggiata nella commercializzazione. Tutto ciò mortificherebbe i produttori italiani che investono in qualità, tecnologia e innovazione” queste sono le dichiarazioni dell’ufficio di presidenza Agrocepi – Federazione Nazionale Agroalimentare composto da Corrado Martinangelo Presidente, Cristian Raoul Vocaturi Vice Presidente Vicario e il Vice Presidente Daniele Bartolomei. Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo e la collega Elena Gentile, si fanno portavoce delle preoccupazioni del settore italiano ed europeo mentre la capo delegazione Patrizia Toia, a nome dell’intero gruppo Pd, ha scritto in questo senso all’Alto Rappresentante dell’Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini.

Agrocepi-Federazione Nazionale Agroalimentare spera che ancora una volta in Europa il settore agricolo non diventi merce di scambio senza alcuna considerazione del pesante impatto sul piano economico, occupazionale ed ambientale sui nostri territori. Condividiamo pienamente la posizione degli onorevoli Paolo de Castro ed Elena Gentile che spingono per risolvere tale problema. A loro giunge la vicinanza dall’intero ufficio di Presidenza Agrocepi del presidente nazionale Corrado Martinangelo dal Vice Vice Presidente Vicario Nazionale Cristian Vocaturi e del vice Presidente Nazionale Daniele Bartolomei un sincero plauso per la battaglia che stanno portando avanti.

SHARE